Umbria, cementifici vogliono bruciare 100mila tonnellate all’anno di combustibile secondario solido. Cittadini e Wwf scendono in piazza

Umbria, cementifici vogliono bruciare 100mila tonnellate all’anno di combustibile secondario solido. Cittadini e Wwf scendono in piazza

<p>Non si tratta però di un caso regionale, ma nazionale e parte dal decreto dell’ex ministro dell’Ambiente Corrado Clini, governo Monti, che dal 2013 permette di incenerire il Css nei cementifici. Un tema che divide: Legambiente, ad esempio, ritiene che a certe condizioni gli impianti possano rappresentare un’alternativa migliore rispetto a inceneritori e discariche</p> <p>L'articolo <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/10/umbria-cementifici-vogliono-bruciare-100mila-tonnellate-allanno-di-combustibile-secondario-solido-cittadini-e-wwf-scendono-in-piazza/6192260/" rel="nofollow">Umbria, cementifici vogliono bruciare 100mila tonnellate all&#8217;anno di combustibile secondario solido. Cittadini e Wwf scendono in piazza</a> proviene da <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it" rel="nofollow">Il Fatto Quotidiano</a>.</p>

Solutions Manager