Recovery fund, ecco le schede progetto: in totale 2.487 pagine. Una “control room” a Chigi potrà proporre l’attivazione di poteri sostitutivi. Per ogni opera la valutazione sull’impatto ambientale

Recovery fund, ecco le schede progetto: in totale 2.487 pagine. Una “control room” a Chigi potrà proporre l’attivazione di poteri sostitutivi. Per ogni opera la valutazione sull’impatto ambientale

<p>L'allegato tecnico su implementazione, monitoraggio, controllo e audit ricorda che tutti i progetti inclusi nel Piano devono essere conclusi entro il 31 agosto 2026. Qui il governo Draghi conferma che il coordinamento centrale del Pnrr sarà al ministero dell'Economia. Ma spetterà alla presidenza del Consiglio verificare il progresso del piano e proporre l'attivazione delle misure necessarie per una attuazione più efficace</p> <p>L'articolo <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/07/recovery-fund-ecco-le-schede-progetto-in-totale-2-487-pagine-una-control-room-a-chigi-potra-proporre-lattivazione-di-poteri-sostitutivi-per-ogni-opera-la-valutazione-sullimpatto-ambientale/6190430/" rel="nofollow">Recovery fund, ecco le schede progetto: in totale 2.487 pagine. Una &#8220;control room&#8221; a Chigi potrà proporre l&#8217;attivazione di poteri sostitutivi. Per ogni opera la valutazione sull&#8217;impatto ambientale</a> proviene da <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it" rel="nofollow">Il Fatto Quotidiano</a>.</p>

Solutions Manager