‘Ndrangheta, sequestri per 200 milioni di euro a tre imprenditori nel Catanzarese. “Beni intestati a prestanome per evitare i sigilli”

‘Ndrangheta, sequestri per 200 milioni di euro a tre imprenditori nel Catanzarese. “Beni intestati a prestanome per evitare i sigilli”

<p>Al centro c'è l'imprenditore Giuseppe Lobello, già destinatario nel marzo scorso di una misura cautelare e ritenuto dai pm il “punto di riferimento per la cosca Arena” di Isola Capo Rizzuto perché collettore delle estorsioni imposte dalla ‘ndrangheta nei cantieri edili del catanzarese. Le fiamme gialle hanno messo i sigilli, tra le altre cose, a 110 fabbricati e 49 terreni che si trovano a Catanzaro e nei comuni di Simeri Crichi, Settingiano e Cirò Marina</p> <p>L'articolo <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/06/ndrangheta-sequestri-per-200-milioni-di-euro-a-tre-imprenditori-nel-catanzarese-beni-intestati-a-prestanome-per-evitare-i-sigilli/6189697/" rel="nofollow">&#8216;Ndrangheta, sequestri per 200 milioni di euro a tre imprenditori nel Catanzarese. &#8220;Beni intestati a prestanome per evitare i sigilli&#8221;</a> proviene da <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it" rel="nofollow">Il Fatto Quotidiano</a>.</p>

Solutions Manager