La “dad” a 7mila chilometri di distanza. Awais e Abdullah, studenti a Cantù, completano l’anno scolastico in collegamento dal Pakistan

La “dad” a 7mila chilometri di distanza. Awais e Abdullah, studenti a Cantù, completano l’anno scolastico in collegamento dal Pakistan

<p>I due fratelli hanno seguito la famiglia nel paese asiatico per necessità familiare. Ma grazie al collegamento attraverso internet riescono a seguire le lezioni giorno per giorno. Un'esperienza che può servire d'esempio per i tanti studenti che trascorrono periodi nei paesi di origine dei genitori</p> <p>L'articolo <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/05/11/la-dad-a-7mila-chilometri-di-distanza-awais-e-abdullah-studenti-a-cantu-completano-lanno-scolastico-in-collegamento-dal-pakistan/6188722/" rel="nofollow">La &#8220;dad&#8221; a 7mila chilometri di distanza. Awais e Abdullah, studenti a Cantù, completano l&#8217;anno scolastico in collegamento dal Pakistan</a> proviene da <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it" rel="nofollow">Il Fatto Quotidiano</a>.</p>

Solutions Manager