Soriano è un caso, Mihajlovic contro l'amico Mancini

Soriano è un caso, Mihajlovic contro l'amico Mancini

"Fossi stato nel mio giocatore avrei mandato ct a quel paese"

Solutions Manager
  • "Fossi stato nel mio giocatore avrei mandato ct a quel paese"
  • (ANSA) - BOLOGNA, 02 APR - Mihajlovic e Mancini sono amici, ma questo non basta al ct per salvarsi dalla rabbia del tecnico rossoblù. A far scattare il tecnico del Bologna il mancato impiego di Soriano nel recente trittico azzurro: "al posto di Soriano, avrei mandato a quel paese Mancio e sarei tornato a casa: mi rode a me per lui", dice Sinisa.
        Mihajlovic non le manda a dire all'allenatore della nazionale: "Se Mancio fosse stato attento alle vicende del Bologna - ha detto, alla vigilia della sfida con l'Inter - non avrebbe portato Soriano tre volte in tribuna, considerato che l'Italia ha giocato contro nessuno. Soriano ha dimostrato in questo campionato di essere il miglior centrocampista italiano per rendimento, assist e gol. Ho visto giocare giocatori che hanno fatto 2-3 partite in tutta la stagione e Soriano andare tre volte in tribuna: non mi sembra giusto. Allora sarebbe stato meglio fosse rimasto qui. Io parlo da allenatore del Bologna e da amico di Mancio. Soriano deve giocare perché se lo merita, quanto meno deve avere la soddisfazione di entrare". (ANSA).