Serie A: Empoli, con la Cremonese una vittoria che vale doppio

Serie A: Empoli, con la Cremonese una vittoria che vale doppio

Vicario salva i suoi, lombardi ancora senza successi in campionato

Solutions Manager
  • Vicario salva i suoi, lombardi ancora senza successi in campionato
  • Empoli batte Cremonese 2-0 per la 15/a giornata di Serie A.  LA CRONACA DEL MATCH

    Due vittorie consecutive al 'Castellani' per l'Empoli che nell'arco di neanche una settimana guadagna sei punti pesantissimi. Dopo il Sassuolo battuta anche la Cremonese 2-0 grazie a due gol nella ripresa di Cambiaghi e Parisi.

    Un successo, quello contro la squadra di Alvini, pesantissimo per la classifica in zona retrocessione: l'Empoli infatti sale a +10 proprio sui grigiorossi, al momento terzultimi. I toscani vanno così alla sosta mondiale con una situazione di classifica ideale per quelli che sono gli obiettivi stagionali. Cremonese che ha dimostrato grande carattere, solo almeno tre grandi parate di Vicario - nuovamente convocato dal ct della nazionale Mancini - hanno salvato il risultato per i padroni di casa.

    I ragazzi di Alvini tornano a perdere dopo tre pareggi consecutivi, l'ottavo ko del suo campionato e chiude il 2022 senza aver mai vinto in Serie A. Zanetti cambia cinque uomini rispetto alla sfida persa contro il Napoli. Out lo squalificato Luperto e l'infortunato Baldanzi, mentre partono fuori per scelta tecnica Stojanovic, Haas e Marin.

    Sulla fascia destra gioca Ebuehi, mentre al centro della difesa Walukiewicz affianca Ismajli. In cabina di regia c'è Grassi, con Akpa Akpro mezzala destra e Lammers che torna titolare in attacco al fianco di Satriano. Sette modifiche, invece, per Alvini, che rivoluziona la formazione dopo il pareggio contro il Milan. Hendry e Lochoshvili vincono i loro ballottaggi con Bianchetti e Vasquez in difesa, mentre sulla fascia destra torna titolare Sernicola in luogo di Ghiglione. Pickel e Ascacibar si riprendono il loro posto in mezzo al campo facendo sedere in panchina Escalante e Castagnetti. Nessun gol e poche emozioni nel primo tempo.

    A tenere il gioco i toscani, ma le maggiori occasioni le hanno avute gli ospiti. In due minuti la squadra di Alvini crea due azioni pericolosi con l'ottimo Buonaiuto, la prima con un colpo di testa su cross di Sernicola e la seconda con un tiro a incrociare, ma in entrambi i casi Vicario dimostra, come sempre, grande reattività. Al 36' ci prova ancora Buonaiuto che prova una rovesciata che però finisce alta. Alla mezz'ora il gioco si ferma per il violento scontro aereo Grassi-Aiwu, con il centrocampista di casa che ha la peggio e viene soccorso con tanto di fasciatura. Male gli attaccanti azzurri Lammers e Satriano, tutt'altro che minacciosi per Carnesecchi. Nell'intervallo Zanetti butta dentro Cambiaghi che dopo 16 secondi va in gol: anticipa Aiwu al limite dell'area e, con un mancino davanti a Carnesecchi, segna la sua prima rete in Serie A. I lombardi non si arrendono e tornano all'arrembaggio, dovendo però fare i conti con un Vicario in stato di grazia e capace di opporsi ai vari tentativi.

    Nel finale il raddoppio arriva su contropiede di Bajrami: assist per Cambiaghi che si vede parare la conclusione da Carnesecchi, sul campanile si catapulta il piccolo Parisi che segna il 2-0.