Roma: Mourinho, 'non possiamo parlare di obiettivi'

Roma: Mourinho, 'non possiamo parlare di obiettivi'

'Pellegrini? Se ce ne fossero tre giocherebbero tutti titolari'

Solutions Manager
  • 'Pellegrini? Se ce ne fossero tre giocherebbero tutti titolari'
  •  "Non siamo in condizione di parlare di obiettivi. Siamo una squadra in crescita, che deve svilupparsi nel tempo. I nostri nemici per ora saranno il Trabzonspor e da venerdì la Salernitana": lo ha detto Josè Mourinho in conferenza stampa alla vigilia della gara di ritorno del play off di Conference League. "Non penso a tanti cambi, abbiamo bisogno di giocare e mettere minuti. Faremo delle valutazioni solo su chi in passato ha avuto una storia recente di infortuni" ha continuato il tecnico, che poi si è soffermato anche su Diawara, che ieri ha avuto uno scontro verbale con un tifoso fuori Trigoria. "Nulla di speciale - spiega Mourinho -. Non c'è stata aggressione fisica, ma solo uno scambio di parole. Mercato? Amadou per noi non sarà un problema, se resterà sarà un plus".
        Parole dolci anche per Lorenzo Pellegrini: "Se ce ne fossero tre di lui, giocherebbero tutti titolari. E' intelligente, duttile e ha capito il mio calcio". Infine una battuta sull'assenza di Var nella Conference League: "E' una competizione nata ora e dobbiamo accettarla così. In finale comunque ci sarà, vediamo se ci saremo noi".