Premier: City inarrestabile, ok United e Leicester

Premier: City inarrestabile, ok United e Leicester

Il West Ham insegue salendo al quarto posto

Solutions Manager
  • Il West Ham insegue salendo al quarto posto
  • (ANSA) - ROMA, 21 FEB - Il Manchester City infila la 18/a vittoria di fila tra campionato e coppe andando a battere l'1-0 l'Arsenal in trasferta nella 25/a giornata di Premier League e mantiene dieci lunghezze di vantaggio sulla coppia inseguitrice, Manchester United e Leicester. I Red Devils battono 3-1 il pericolante Newcastle mentre le Foxes si impongono 2-1 in casa dell'Aston Villa. Sale al quarto posto il West Ham battendo 2-1 il Tottenham e scavalcando il Chelsea che ieri ha pareggiato.
        Con il ritorno tra i titolari di Kevin de Bruyne, al fianco di Mahrez, Bernardo Silva, Sterling e Gundogan, il City mostra un'impressionante potenza offensiva ma nella pratica si limita alla rete in apertura di Sterling, su assist di Mahrez, sprecando poi le altre occasioni avute. La difesa fa il suo dovere e l'Arsenal pur impegnandosi nella ripresa non riesce pareggiare i conti. I Gunners, all'11/a sconfitta stagionale, sono decimi con 34 punti e sempre più lontani dalla zona Europa.
        Il Leicester ottiene il terzo successo nelle ultime quattro partite di Premier vincendo 2-1 sull'Aston Villa. Maddison e Barnes, nel primo tempo, mettono insieme un 2-0 che porta le Foxes alla vittoria nonostante la rete a inizio ripresa di Traoré. L'Aston Villa resta a 36 punti insieme al Tottenham, che a sua volta perde 2-1 al London Stadium.
        Il West Ham va subito in vantaggio con Michail Antonio, raddoppia nella ripresa con Lingard e non si fa più sorprendere dopo la rete di Lucas intorno al 20', anche se un palo nel recupero li salva su conclusione a botta sicura di Son. Lo United fatica un tempo col Newcastle, che ariva all'intervallo sull'1-1 grazie alla rete di Saint-Maximin in risposta al gol di Rashford. Nella ripresa, James e Fernandes, su rigore, siglano la vittoria della squadra di Solskjaer. (ANSA).