Mancini, "cerchiamo di ripartire bene,fiducia in giovani"

Mancini, "cerchiamo di ripartire bene,fiducia in giovani"

Stasera novità Frattesi.50 volte da ct? Traguardo va festeggiato

Solutions Manager
  • Stasera novità Frattesi.50 volte da ct? Traguardo va festeggiato
  • (ANSA) - ROMA, 04 GIU - "Stasera l'Italia deve fare la sua partita, cercare di mettere in difficoltà la Germania, non sarà così semplice noi dobbiamo fare il nostro gioco e ripartire bene": così il ct azzurro Roberto Mancini ai microfoni di Rai Sport a poch ore dall'esordio in Nations League.
        Il tecnico annuncia anche la formazione che scenderà in campo stasera a Bologna ("Donnarumma, Florenzi, Acerbi, Bastoni, Biraghi, Cristante, Tonali, Pellegrini, Scamacca ,Frattesi Politano") e spicca la novità Frattesi. "E' diverso tempo che gioca in campionato - le parole del ct - è già stato con noi è un centrocampista completo, che deve crescere, deve fare esperienza internazionale però è un giocatore con caratteristiche importanti, duttile".
        Stasera Mancini toccherà le 50 panchine da quando è commissario tecnico: "Poteva essere un po' meglio - sorride - 50 presenze da ct sono tante, fa piacere e vanno festeggiate un po'", aggiunge.
        "Bologna nel destino? Ci portò fortuna con la Nations League di tre anni fa - dice - speriamo ne porti anche in questo caso.
        Stasera sarà una partita un po' diversa". Il nuovo corso dell'Italia riparte questa sera. "Ci vuole un po' di tempo, non qualche mese - spiega Mancini - poi il calcio è particolare, succedono cose strane ma ci vuole pazienza e rischiare di perdere qualche partita".
        Su Zaccagni e Lazzari che hanno lasciato il ritiro azzurro Mancini non si dice deluso. "Devo accettare quello che mi dicono - sottolinea - La Nazionale per i piu' giovani deve essere un punto di arrivo. Deluso? No, sono cose capitano, dobbiamo accettare quello che i ragazzi ci dicono".
        Poi sulla mancata qualificazione ai Mondiali 2022 dice: "Il calcio è questo, non meritavamo di andar fuori e siamo andati fuori, dobbiamo accettarlo, Lo sport è questo. Siamo tutti un po' delusi ma dobbiamo pensare al futuro ma ce la metteremo tutta. Io ho sempre fiducia nei giovani". (ANSA).