Jangsu Suning batte Cannavaro ed è campione della Cina

Jangsu Suning batte Cannavaro ed è campione della Cina

Club proprietario Inter vince primo titolo,battuto l'Evergrande

Solutions Manager
  • Club proprietario Inter vince primo titolo,battuto l'Evergrande
  • (ANSA) - ROMA, 12 NOV - Per la prima volta nella sua storia, lo Jangsu Suning, club calcistico di Nanchino, è campione della Cina. Ha vinto il titolo della 'Chinese Super League' battendo per 2-1 il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro nella finale di ritorno dei playoff dopo lo 0-0 dell'andata.
        Club di proprietà, da fine 2015, della famiglia Zhang, la stessa che possiede l'Inter, in passato il Suning è stato allenato, per un breve periodo, da Fabio Capello, che aveva come assistenti il campione del mondo 2006 Gianluca Zambrotta e l'attuale tecnico del Monza Christian Brocchi. Come dirigente vi ha invece lavorato Walter Sabatini.
        Eroi della finale di ritorno di oggi sono stati l'ex interista Eder, autore del primo gol dei suoi con un calcio di punizione nel recupero del primo tempo e il brasiliano ex Shakthar Alex Teixeira, che ha segnato la rete del 2-0 con un tiro dalla mezzaluna dell'area. Bene anche l'altro ex nerazzurro Miranda, colonna della difesa. Al 15' le 'Tigri del Canton' dell'Evergrande, rimasti in dieci dal 45' per l'espulsione di He Chao, hanno accorciato le distanze con un colpo di testa di Shihao, ma poi la squadra di Cannavaro non è più riuscita a creare occasioni favorevoli. Alla fine la festa è stata della squadra targata Suning, al primo successo dopo due finali perse.
        Il Guanghzou Evergrande, invece, ha giocato per la decima volta consecutiva le finali per il titolo, imponendosi otto volte, di cui sette consectuive, e perdendone solo due. (ANSA).