Europei U.21: decide Colombo e I'Italia resta in vetta

Europei U.21: decide Colombo e I'Italia resta in vetta

Gli azzurrini superano di misura a Vicenza i pari età Montenegro

Solutions Manager
  • Gli azzurrini superano di misura a Vicenza i pari età Montenegro
  • Missione compiuta per l'Italia under 21 che dopo il successo di quattro giorni fa contro il Lussemburgo batte, allo stadio Menti di Vicenza, con il minimo scarto anche il Montenegro e resta a punteggio pieno nel girone F dell'Europeo di categoria. Vittoria sofferta quella degli azzurrini a cui è bastato un gol dello spallino Colombo ad inizio ripresa per conquistare i 3 punti. Un successo risicato, ma ancora più importante in una giornata ampiamente favorevole, a livello di risultati, in virtù dei pareggi a sorpresa dell'Irlanda (1-1 in Lussemburgo) e della Svezia (stesso risultato in Bosnia). Per la sfida contro il Montenegro il c.t. Nicolato ha apportato tre cambi rispetto alla gara inserendo al centro della difesa il neo-atalantino Lovato (squalificato contro il Lussemburgo), affiancato nell'occasione da Okali. Conferma per il tridente di centrocampo Ricci-Tonali-Rovella e spazio in attacco a Yeboah, a fianco dei riconfermati Colombo e Cancellieri. Sotto gli occhi del federale Gabriele Gravina, presente sugli spalti del Menti, l'Italia ha provato subito a spingere ma si è subito scontrata con il 'muro' del Montenegro, squadra già rodata, alla quarta partita nel girone. Il c.t. azzurro si è a lungo sbracciato nel primo tempo invitando i suoi giocatori ad aumentare il ritmo e chiedendo in particolare a Tonali di velocizzare l'azione. La prima occasione è arrivata al 9' sugli sviluppi di una punizione calciata da Tonali: sulla mischia in area, il pallone arriva sul destro di Colombo che da centro area trova la deviazione di Milic che si salva in corner. Poi è seguita una lunga fase di possesso palla azzurro, con l'Italia pericolosa solo nel finale con un tiro a giro di Rovella al 40' (alto sopra la traversa) mentre al 3' di recupero determinante il portiere Ivezic che nega il gol a Colombo. Per la ripresa il c.t. Nicolato lascia l'undici invariato: scelta giusta perchè a sbloccare il match ci pensa lo stesso Colombo che all'8', su servizio di Bellanova, si gira in area e non dà scampo a Ivezic. Una volta in svantaggio il Montenegro cambia tattica e la partita diventa più viva. Al 16' Krstovic da fuori area cerca l' incrocio, ma la sua conclusione viene sventata con un balzo da Carnesecchi. Con il passare dei minuti il Montenegro cresce mentre l'Italia (che ha perso il terzino Udogie per infortunio a metà ripresa) controlla con qualche affanno, sapendo soffrire nel finale. Al 35' Rovella va vicino al raddoppio e in pieno recupero ancora decisivo Carnesecchi che salva su conclusione di Krstovic.