Europei: torna Danimarca; Hjulmand, 'Eriksen ci guarderà'

Europei: torna Danimarca; Hjulmand, 'Eriksen ci guarderà'

Domani contro Belgio, ct 'ospedale è proprio dietro lo stadio'

Solutions Manager
  • Domani contro Belgio, ct 'ospedale è proprio dietro lo stadio'
  • (ANSA) - ROMA, 16 GIU - "Siamo gli 'underdog', non c'è dubbio, e affronteremo la squadra migliore al mondo, e se guardate le statistiche, concedono pochi gol e vincono tante partite. Ma c'è sempre una possibilità, anche contro una squadra così".
        Torna in campo la Danimarca dopo il dramma sfiorato con la vicenda di Christian Eriksen. Al quale, alla vigilia della sfida a Copenaghen contro il Belgio, il ct Kasper Hjulmand, dedica un pensiero. "E' davvero una situazione pazzesca - dice Hjulmand -.
        L'ospedale è proprio dietro lo stadio, dalla finestra Christian vede il Parken, e probabilmente potrà sentire il pubblico. Penso che ci guarderà".
        Ma come ha reagito la squadra nei giorni immediatamente successivi al caso Eriksen? "I giocatori che hanno avuto bisogno di vedere la propria famiglia hanno potuto farlo - risponde Hjulmand - Chi lo ha fatto non so dirvelo, io ho potuto vedere mia moglie e i miei figli molto rapidamente, ma è stato molto importante per me. Gli psicologi? Sono con noi dalla prima serata, sia a livello di gruppo che individuale. Penso che sia stato molto importante e che ci abbia aiutato tantissimo".
        Poi di nuovo sulla partita. "Il Belgio lo abbiamo già affrontato - dice il ct danese -. E se pensiamo all'ultima volta, cercheremo di fare qualcosa di meglio. Avremo lo stadio dalla nostra, e useremo questo a nostro vantaggio. Dobbiamo cercare di giocare la miglior partita possibile". "Certo non è facile fermare uno come Lukaku - aggiunge -. Abbiamo parlato di lui, è un giocatore decisivo, e molto forte. Ma loro non sono Lukaku: il Belgio è fortissimo anche di squadra". (ANSA).