Europei:Rossi, Orban ci sostiene, grande appassionato calcio

Europei:Rossi, Orban ci sostiene, grande appassionato calcio

Ct Ungheria: nostre chance ridotte, ma faremo nostro meglio

Solutions Manager
  • Ct Ungheria: nostre chance ridotte, ma faremo nostro meglio
  • (ANSA) - ROMA, 21 GIU - "Non è vero che Orban (il premier ungherese, ndr) mi ha chiamato ma ogni tanto ci sentiamo ci sentiamo in modo virtuale con messaggi, sappiamo che è un grande appassionato di calcio. E' per farci capire che ci sostiene". Il ct italiano dell'Ungheria Marco Rossi racconta a Radio Anch'io lo sport la sua avventura da commissario tecnico agli Europei di calcio con una Nazionale che ha fatto parlare di se dopo il pari con i campioni del mondo della Francis.
        Mercoledì l'Ungheria si giocherà la qualificazione con la Germania: "Sappiamo che è difficilissimo ma - aggiunge Rossi - ci proviamo, le nostre chance sono ridotte al lumicino ma faremo del nostro meglio per provarci con tutte le nostre forze, dobbiamo rimanere con grande umiltà con i piedi per terra. Come parte l'avventura in Ungheria? Parte da lontano, dal 2012, ho ricevuto una offerta dall'Honved e ho provato questa avventura in Ungheria. iIn Italia facevo fatica a trovare una squadra ed ho provato una avventura che poi non si è rivelata un'avventura ma una decisione giusta. Non sono abituato a fare molte interviste, non ho mai detto che in Italia non ci sia meritocrazia, ho detto solo che non mi è stata data l'opportunità di cimentarmi a un certo livello. In Italia ci sono molti allenatori top e senza di me l'Italia non perde nulla".
        Poi Rossi parla dello stadio pieno in Ungheria e del virus? "La sensazione in questi giorni è che il virus non faccia più paura.
        Se le autorità hanno deciso di aprire vuol dire che ci sono le condizioni. Gli striscioni razzisti? Onestamente con i pensieri che ho non ho avuto modo di rendermi conto, la cornice di pubblico è stata per noi decisiva, C'e' molto patriottismo quando gioca la nazionale". (ANSA).