Europei, Gentile è sicuro: "Vedo l'Italia finalista"

Europei, Gentile è sicuro: "Vedo l'Italia finalista"

'Spagna non è quella di una volta,ma non bisogna sottovalutarla'

Solutions Manager
  • 'Spagna non è quella di una volta,ma non bisogna sottovalutarla'
  • (ANSA) - ROMA, 05 LUG - "Sono rimasto entusiasta dall'euforia, dalla voglia di fare gruppo di questa Nazionale, la voglia di aiutarsi l'uno con l'altro. La stessa cosa l'ho vissuta con la Nazionale nel 1978 e 1982, ci sono i presupposti per andare avanti: io vedo l'Italia finalista. In finale non sempre vince il più forte. La Spagna? E' una squadra senza gioco, non mi sembra quella degli anni passati, l'Italia è nettamente favorita". Così l'ex azzurro Claudio Gentile, campione del mondo nel 1982, ai microfoni di Radio Anch'io lo sport, su RadioRai.
        "L'Inghilterra, che vedo in finale contro l'Italia, non sarà facile da battere, perché è una delle squadre più forti, ma sono ottimista. Gli inglesi stanno dimostrando di essere all'altezza di poter vincere l'Europeo... Cominciamo a superare la Spagna".
        "Se pensiamo come partimmo in Spagna nell'82, sempre nel mirino della critica, sapevamo con il silenzio stampa di avere fatto una scelta non tanto gradita, però sapevamo che, vincendo, avremmo superato ogni difficoltà. Far gruppo è molto, molto importante, perché cresce l'entusiasmo in campo e fuori, si crea una grande compattezza. Però, prima c'è la Spagna da superare.
        Mancini ha il polso dello spogliatoio, quando farà le scelte non dovrà sbagliare: io, però, non sono così pessimista, sono positivo, la partita contro la Spagna non è un ostacolo duro, ma non va sottoluvarlo. Sono ottimista. E' importante far gol".
        "La finale non è questione di posto dove giochi, o di pubblico - conclude Gentile - questi fattori, secondo me, non possono influire sull'esito della partita. Gli elementi scelti dal ct sono stati in grado di coesistere, dico bravo a Mancini che ha scelto i giocatori migliori. La delusione è sicuramente la Francia, che vinceva 3-1 e poi è stata eliminata ai rigori.
        Non saper amministrare il risultato è una pecca senza spiegazioni. La squadra che mi ha sorpreso, Italia è parte, è la Svizzera. Ha preso 3 gol contro di noi, poi ha eliminato la Francia, quindi messo in difficoltà la Spagna, pur non essendo una Nazionale attrezzata per la vittoria". (ANSA).