Europa League: Martinez, match con il Napoli è momento storico

Europa League: Martinez, match con il Napoli è momento storico

Tecnico Granada: 'Poco tempo per prepararci ma sono fiducioso'

Solutions Manager
  • Tecnico Granada: 'Poco tempo per prepararci ma sono fiducioso'
  •  "Sarà una partita importantissima che durerà 180 minuti, ci teniamo a fare bene perché per noi è un momento storico. Il Napoli è una grandissima squadra, ci sono tantissimi talenti, hanno spirito competitivo e allora vogliamo lottare fino in fondo, anche nei minuti di recupero. Sarà un momento bello ed entusiasmante". E' lo spirito con il quale Diego Martinez, allenatore del Granada si appresta ad affrontare domani sera il match con il Napoli, nel turno d'andata dei sedicesimi di finale di Europa League.
        ''Gestisco con grande serenità questa doppia sfida con il Napoli - spiega il tecnico in conferenza stampa - Non c'è stato molto tempo per prepararla. Ci dobbiamo concentrare sul presente e io sono sereno e fiducioso''. ''Dovremo aspettare fino all'ultimo minuto - aggiunge Martinez - per capire come staranno gli infortunati. Vedremo come sarà possibile organizzarsi, anche in base agli avversari. Le risorse saranno fondamentali, stiamo valutando anche altri schemi di gioco''.
        ''La qualificazione - conclude il tecnico degli spagnoli - non si deciderà con una sola partita. Quanto peseranno le assenze? La capacità di adattarsi sarà fondamentale. Mi avrebbe fatto piacere avere tutti a disposizione''.
        Anche il centrocampista Angel Montoro riflette sul fatto che quello di domani per la sua squadra ''è un appuntamento storico''. ''Abbiamo una gran voglia di giocare - dice - e siamo carichi, vogliamo dimostrare che siamo una squadra forte. Sono sicuro che i nostri tifosi faranno il tifo da casa e faremo tutto il possibile per renderli felici''.
        ''Sappiamo perfettamente - conclude Montoro - da dove veniamo e che cosa abbiamo raggiunto. Sappiamo che è una partita difficile, ma vogliamo vincere. Sarà una gara da 180 minuti''.