Conte non è più l'allenatore dell'Inter

Conte non è più l'allenatore dell'Inter

Trovato accordo, risoluzione consensuale

Solutions Manager
  • Trovato accordo, risoluzione consensuale
  • Antonio Conte non è più l'allenatore dell'Inter. "FC Internazionale Milano comunica di aver trovato l'accordo per la risoluzione consensuale del contratto con l'allenatore Antonio Conte", spiega il club in una nota.

    "Tutto il Club - si legge nel comunicato ufficiale del club - desidera ringraziare Antonio per lo straordinario lavoro svolto, culminato con la conquista del diciannovesimo scudetto. Antonio Conte rimarrà per sempre nella storia del nostro Club".

    Circolano i nomi di Massimiliano Allegri che difficilmente accetterebbe di guidare una squadra senza un progetto forte, di Sinisa Mihajlovic ma soprattutto tra i candidati si fa largo Simone Inzaghi che stasera incontrerà Claudio Lotito per decidere il suo futuro.

    Il progetto di Suning non coincide con quello - proiettato verso la crescita - del tecnico salentino. La societa' nerazzurra deve far quadrare i conti per evitare conseguenze drammatiche e questo implica un piano di tagli e cessioni anche eccellenti. Un ridimensionamento che Conte non poteva approvare.

     Il club nerazzurro ha concluso, nei giorni scorsi, l'accordo con il fondo statunitense Oaktree per un finanziamento da 275 milioni: soldi che serviranno, in larga parte, a saldare le pendenze della stagione in corso, ma che non dovrebbero venire utilizzati per il mercato estivo, che anzi dovrebbe avere l'obiettivo di un saldo positivo. Una necessità, insieme al taglio di circa il 15% dei costi, indicata da Suning per la prossima stagione, per non gravare ulteriormente un bilancio già duramente colpito dalle conseguenze della pandemia.