Calcio: la mostra dei cimeli storici azzurri approda a Roma

Calcio: la mostra dei cimeli storici azzurri approda a Roma

Al Salone d'Onore del Coni il 9 e 10 novembre prossimi

Solutions Manager
  • Al Salone d'Onore del Coni il 9 e 10 novembre prossimi
  • (ANSA) - ROMA, 04 NOV - Dal 6 gennaio 1911, quando la Nazionale indossò per la prima volta la maglia azzurra, in omaggio a Casa Savoia, dopo due partite giocate l'anno precedente in maglia bianca, è iniziato un legame fortissimo con tutto lo sport italiano: l'azzurro, simbolo sportivo dell'Italia nel mondo, infatti, sarebbe diventato di lì a breve il colore di tutte le rappresentative del Paese, in ogni sport. Un legame che, per la prima volta, sarà celebrato da una mostra dedicata alla Nazionale nella casa dello sport italiano, la sede del Coni, nel Salone d'Onore: 'La storia siamo noi' - il titolo dell'esposizione aperta al pubblico il 9 e 10 novembre, con ingresso libero - permetterà di ammirare una parte del patrimonio di cimeli, trofei, immagini e memorabilia legati ai 112 anni degli azzurri disponibili nella sede storica del Museo del calcio, aperto nel 1990 accanto al Centro di Coverciano.
        A inaugurare la mostra interverranno il 9 novembre alle ore 9,30 il presidente del Coni, Giovanni Malagò; il presidente della Figc, Gabriele Gravina, e il presidente della Fondazione museo del calcio, Matteo Marani, che in tale occasione presenterà il nuovo logo. Nella mostra verranno esposte maglie storiche, come quella dell'esordio di Silvio Piola (1935) o quella indossata da Paolo Rossi al 'Mundial' 1982. Alcune sono legate ai trionfi: quella con cui Facchetti alzò la coppa dell'Europeo 1968 proprio a Roma, la polo indossata da Marcello Lippi in panchina nel Mondiale 2006, fino alla maglia di Gianluigi Donnarumma a Euro 2020. Ma non ci saranno solo maglie in mostra, vedi le pipe che Pertini e Bearzot si scambiarono dopo la vittoria al Bernabeu. La storia azzurra si è completata negli ultimi decenni con la componente femminile, che non poteva mancare: due maglie: quella di Rita Guarino e quella di Sara Gama, per celebrare le nostre due partecipazioni al Mondiale, nel 1991 e nel 2019. E poi, le divise di arbitri, come Concetto Lo Bello e Pierluigi Collina. (ANSA).