Calcio: Elmas,la sosta dei Mondiali non farà male al Napoli

Calcio: Elmas,la sosta dei Mondiali non farà male al Napoli

"Rientramo con la stessa testa per continuare a fare bene"

Solutions Manager
  • "Rientramo con la stessa testa per continuare a fare bene"
  • (ANSA) - NAPOLI, 10 NOV - "La sosta per i Mondiali non fa male al Napoli. Dopo tante partite e tante vittorie questa pausa fa bene a tutti. Anche chi è infortunato si riprenderà, speriamo di rientrare tutti uniti, con lo stesso cervello, per fare bene anche nella seconda metà di campionato". Lo ha detto Eljif Elmas, centrocampista del Napoli, a Radio Kiss Kiss Napoli.
        Elmas, 23enne macedone al Napoli dal 2019, ha commentato anche le ultime gare a partire dalla sua maglia di titolare a Bergamo contro l'Atalanta al posto dell'infortunato Kvaratskhelia: "Non sapevo - ha raccontato - che avrei giocato dall'inizio. Non partivo titolare da tanto tempo e l'ho scoperto nella riunione pre-partita. Per me era tipo uno choc, non me l'aspettavo, ma sono sempre pronto e do tutto per la squadra, sia quando parto dall'inizio che quando entro dalla panchina. A Bergamo ho fatto anche un bel gol, in quel momento pensavo solo a non sbagliare, sapevo quanto sarebbe valso".
        "Sono molto contento - ha aggiunto - di aver segnato e di aver conquistato tre punti contro l'Atalanta, contro cui giocare in trasferta è più difficile, coi loro tifosi. Quando abbiamo preso gol siamo rimasti calmi, cercando di fare il nostro solito gioco, sapendo che prima o poi il gol lo avremmo fatto. Dopo aver segnato, siamo stati bravi a difendere e abbiamo portato a casa tre punti importanti. Sul campo dell'Atalanta non ci vincono tutti. Poi con l'Empoli siamo rumasti calmi in una partita complicata, abbiamo continuato a giocare il nostro calcio. L'Empoli stava giocando benissimo, ma noi siamo 22-25 giocatori importanti e anche chi entra dalla panchina è come i titolari. Per cui abbiamo fatto una cosa incredibile, chiudendo la partita. Questi tre punti erano importantissimi, così come i prossimi". (ANSA).