Calcio: Cagliari; Mazzarri, troppo tesi, serve ottimismo

Calcio: Cagliari; Mazzarri, troppo tesi, serve ottimismo

Domani il Venezia, perdere non mi piace ma presto per classifica

Solutions Manager
  • Domani il Venezia, perdere non mi piace ma presto per classifica
  • (ANSA) - CAGLIARI, 30 SET - Nuova occasione per uscire dalla crisi e dalla zona retrocessione: domani contro il Venezia il Cagliari cerca la sua prima vittoria in campionato. Mazzarri ci tiene, ma non mette fretta alla squadra: "Vogliamo fare bene - ha detto nella conferenza stampa della vigilia - a me perdere non piace: dopo una sconfitta non dormo. Però se dopo sei giornate bisogna guardare la classifica io dico che non bisogna essere ansiosi. I ragazzi stanno lavorando e io sono il garante del loro impegno, ma per assimilare certi concetti è necessaria un po' di pazienza".
        E gli elementi chiave per provare a prendersi i tre punti li ha già trasmessi: "Per me bisogna partire dalla difesa, ma occorre anche saper costruire e essere aggressivi: le mie squadre recuperano molto la palla nella metà campo avversaria - ha detto Mazzarri - ma è anche una questione di gamba: con la Lazio eravamo freschi e abbiamo fatto bene". Errori da evitare? "Andare sempre in svantaggio- ha spiegato- perché poi persi fiducia e non sei sereno nella costruzione". Sarà un Cagliari che, rispetto alla formazione più o meno tipo delle prime giornate, dovrà rinunciare a Dalbert, già ko a Napoli, e ora anche a Ceppitelli, distrazione alla coscia. Pavoletti, ancora non al 100% secondo il mister, partirà dalla panchina.
        Occhio al Venezia: "È una squadra che verrà a Cagliari a fare la sua partita come ha fatto l'Empoli. E soprattutto se non si ha la condizione atletica degli avversari tutto si complica. Però abbiamo le possibilità di metterli in difficoltà: non dobbiamo essere tesi e volere tutto subito. A volte ci mancano serenità e lucidità nell'ultimo passaggio". (ANSA).