Cagliari: Giulini,dobbiamo sputare sangue e salvarci

Cagliari: Giulini,dobbiamo sputare sangue e salvarci

"Sfortuna ed equivoci, ma abbiamo tutto per tirarci fuori"

Solutions Manager
  • "Sfortuna ed equivoci, ma abbiamo tutto per tirarci fuori"
  • (ANSA) - CAGLIARI, 05 FEB - "Sono arrivati giocatori che avevano voglia di venire a Cagliari per combattere: non era il caso di insistere per altri che nicchiavano. Il regista? Abbiamo già Nainggolan. Ma anche Deiola o Marin all'occorrenza possono cavarsela in quel ruo". È il commento del presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, a pochi giorni dal termine della finestra invernale del calciomercato.
        Una classifica preoccupante: "Diciamo che gli episodi non sono stati dalla nostra parte - ha continuato - i casi di Covid ci sono arrivati tutti insieme proprio quando la squadra stava iniziando a mostrare una sua identità. E poi è arrivato l'infortunio di Rog".
        Per la squadra con il marchio di fabbrica di Di Francesco bisogna ancora aspettare: "Siamo partiti con diversi equivoci - ha detto Giulini - da Joao Pedro che rende meglio in mezzo dietro la prima punta, a Marin che fa bene la mezzala, ma noi credevamo potesse fare il play. Poi gli esterni, forti come Ounas, ma poi la squadra non aveva equilibrio tanto che sull'esterno spesso è andato Nandez. Ora non contano moduli o progetto, ma conta salvarci. Bisogna entrare in campo, sputare sangue e toglierci da questa situazione. Questa è una rosa che è ridicolo che si trovi in questa situazione: ha tutto per salvarsi". (ANSA).