Anche lo Spezia è americano, Platek 'serie A è elite'

Anche lo Spezia è americano, Platek 'serie A è elite'

Ex patron Volpi: Ho dato tutto a club e città

Solutions Manager
  • Ex patron Volpi: Ho dato tutto a club e città
  • Gli Usa si prendono un altro pezzo di calcio italiano. Anche lo Spezia, neopromosso in Serie A, diventa americano: è ufficiale il passaggio di proprietà della totalità delle quote societarie dalla holding Orlean Invest di Gabriele Volpi a Robert Platek, 56enne finanziere americano, co-fondatore e partner di Msd Capital, fondo di investimenti creato per gestire l'enorme patrimonio del tycoon dell'informatica Michael Dell. "Investimento personale" specifica l'uomo d'affari. L'accordo è avvenuto per circa 24 milioni di euro, senza clausole legate all'eventuale retrocessione del club. Rimane invece fuori dalla trattativa il centro sportivo della società ligure, di proprietà della holding e per il cui utilizzo la famiglia Platek pagherà un canone annuale. "La Serie A è l'elite. Era da tempo che cercavamo un'opportunità di partnership con un club italiano di cui apprezzassimo mission, ethos e etica. Così è stato con lo Spezia, perché il club ha gli stessi valori in cui crede la nostra famiglia: il lavoro e l'umiltà. Siamo onorati di poterlo supportare e aiutarlo a crescere puntando ad ottenere successi e a rendere orgogliosi i fan", commento la famiglia Platek, al terzo investimento in Europa dopo l'acquisizione del Casa Pia (seconda divisione portoghese), e del Sonderjyske Foodbold (prima divisione danese). Un avvento, quello della famiglia americana, che almeno fino al termine della stagione avrà un impatto soft. "Resteranno tutti nelle loro posizioni, inclusi il presidente Stefano Chisoli, il direttore Mauro Meluso e il manager Vincenzo Italiano. È importante per i Platek mantenere la continuità con il management precedente che è riuscito a portare la squadra in serie A" dice la nuova proprietà, mentre il nuovo vicepresidente sarà Philip Platek, fratello di Robert. Si chiude così dopo 13 anni la gestione di Gabriele Volpi, magnate di Recco, uomo di sport a 360 gradi, che dopo aver vinto tutto nella pallanuoto con la sua Pro Recco, è riuscito nell'agosto scorso a conquistare, prima volta per la società ligure, la Serie A. "Abbiamo dato al club e alla città tutto il supporto che potevamo dare - dice l'ex patron dello Spezia -.