Superlega, Casini: "Tempistiche e modalità non condivisibili"

Superlega, Casini: "Tempistiche e modalità non condivisibili"

N.1 Lega A: "Ragioni di chi la propone da esaminare seriamente"

Solutions Manager
  • N.1 Lega A: "Ragioni di chi la propone da esaminare seriamente"
  • (ANSA) - ROMA, 19 SET - "La Superlega va analizzata bene, è ovvio che le tempistiche e le modalità non siano state condivisibili da alcuno. Le ragioni che hanno portato alcune squadre a proporla vanno esaminate seriamente, al di là poi della questione giuridica che ha portato il tema fino alla Corte di giustizia europea. C'è proprio una questione che impatta su come è governato non solo il calcio, ma lo sport, in regime di monopolio o meno rispetto ad altre grandi competizioni". Lo ha detto Lorenzo Casini, presidente della Lega calcio di Serie A, parlando a Radio anch'io lo sport, su RadioRai.
        "La Superlega si collega al tema del numero delle partite: dietro la Superlega c'è anche un desiderio di alcune squadre di organizzarsi un proprio campionato, non rinunciando a giocare il proprio campionato nazionale, ma quasi rimodulando il tipo di partite e il tipo di redditività delle partite all'estero - - aggiunge -. E' ovvio che, come Lega di A, nessun progetto che porti a danneggiare il campionato nazionale può essere in qualche modo avallato". (ANSA).