Superlega: Barone, Vogliamo sia scritto che non accadrà più

Superlega: Barone, Vogliamo sia scritto che non accadrà più

Parla il dg viola. Tifosi:striscioni ironici in città su Agnell

Solutions Manager
  • Parla il dg viola. Tifosi:striscioni ironici in città su Agnell
  • (ANSA) - ROMA, 25 APR - "Il progetto Superlega? Al di là di quel che si sentiva da tempo per noi è stata una sorpresa. La Fiorentina ha preso una posizione: vogliamo che venga scritto e definito dai tre club italiani coinvolti. e anche da chi sta valutando un'ipotesi del genere. che non succederà più". E' quanto ha dichiarato il direttore generale della Fiorentina, Joe Barone, ai microfoni di Sky prima della partita al Franchi con la Juventus.
        "Le tifoserie, le città e le rivalità si costruiscono nel campionato nazionale - ha continuato il dirigente viola -.
        Abbiamo preso una posizione contro i fondi e chiediamo una riforma che cambi il calcio italiano ed europeo. Una riforma che preveda innanzitutto il salary cap. Qui si parla di tre squadre che hanno entrate maggiori delle altre, tanti debiti e ingaggi altissimi: c'è bisogno di un reset e la Fiorentina vuol far parte di questo lavoro".
        Intanto i tifosi viola Fiesole, assenti sugli spalti per l'emergenza sanitaria (è la pima volta in occasione della sfida più sentita a Firenze), hanno affisso in alcune zone della città striscioni ironici e polemici nei confronti di Andrea Agnelli e del progetto Superlega. Fra questi: 'Va a finire il meno peggio era Lapo' firmato Curva Fiesole. Un gruppo di tifosi, fuori dallo stadio, all'ingresso delle due squadre, ha fatto partire fuochi d'artificio.
        Sulla Superlega è intervenuto anche Franck Ribéry sempre ai microfoni di Sky prima della partita con i bianconeri: "E' un progetto che non mi piace come pure a tante persone. Da bambini tutti abbiamo un sogno e guardiamo le sfide di Champions e dei Mondiali. Io quel trofeo l'ho vinto ed è stato fantastico"'.
        (ANSA).