Mondiali: l'Italia sfida l'incubo Irlanda del Nord

Mondiali: l'Italia sfida l'incubo Irlanda del Nord

A Belfast stasera azzurri si giocano la qualificazione diretta

Solutions Manager
  • A Belfast stasera azzurri si giocano la qualificazione diretta
  • (ANSA) - ROMA, 15 NOV - Tutto in novanta minuti. L'Italia si gioca la qualificazioni ai Mondiali in Qatar al Windsor Park di Belfast, contro l'Irlanda del Nord, in una gara da prendere con le molle. Gli Azzurri dovranno vincere sperando che la Svizzera non travolga la Bulgaria. I ragazzi di Mancini, che deve far fronte anche a tantissime assenze, partono però nettamente favoriti, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, visto che il loro successo è offerto a bassa quota, 1,27, rispetto all'11 dei padroni di casa con il pareggio a 5,75. La Nazionale non ha mai vinto in terra irlandese e l'unica sconfitta con i verdi costò, il 15 gennaio 1958, la mancata qualificazione ai Mondiali di Svezia. L'Italia avrebbe bisogno di una vittoria larga per stare tranquilla: così uno 0-3 si gioca a 7,50 mentre il 2-1 per i padroni di casa, stesso risultato esatto della vittoria di 53 anni fa, pagherebbe 33 volte la posta. Si preannuncia una partita molto delicata e non è escluso che l'arbitro possa ricorrere al VAR: ipotesi in quota a 4,00.
        Se si esclude la cinquina interna con la Lituania, i Campioni d'Europa stanno segnando con il contagocce. Stasera servirà una scintilla da parte degli uomini di maggior carisma. Domenico Berardi, orfano di Immobile e con un Belotti non al meglio fisicamente, vuole replicare il gol della gara di andata contro l'Irlanda del Nord tanto che la sua rete si gioca a 2,50. Sogna invece la prima rete con la Nazionale maggiore, Gianluca Scamacca, compagno di squadra di Berardi nel Sassuolo.
        L'attaccante romano, che con l'Under 21 ha realizzato 9 reti in 15 presenze, potrebbe scardinare la difesa di Baraclough grazie al fisico e al colpo di testa, una delle specialità della casa: l'incornata vincente di Scamacca è offerta a 7,50. Bonucci e compagni, invece, dovranno prestare attenzione a Joshua Magennis, punta dell'Hull City, che ha già timbrato 8 volte il cartellino con la sua nazionale. La nona marcatura con l'Irlanda del Nord pagherebbe 6 volte la posta. (ANSA).