Milik "Difficile accettare no a U21"

Milik "Difficile accettare no a U21"

Polacco "Società è nel diritto pero'..", Reina, niente rinnovo

Solutions Manager
  • Polacco "Società è nel diritto pero'..", Reina, niente rinnovo
  • (ANSA) - NAPOLI, 1 GIU - E' la giornata dei "mal di pancia" in casa Napoli, da Milik a Reina. Il centravanti polacco oggi ha espresso la sua amarezza per il no del Napoli alla sua convocazione all'Europeo Under 21. "Gli Europei - ha detto alla stampa polacca appena ha messo piede nel ritiro della Polonia per il match contro la Romania nelle qualificazioni Mondiali - non sono una competizione per cui è obbligatorio rilasciare i calciatori. Ho parlato con i dirigenti del Napoli e poi loro hanno preso questa decisione. E' loro diritto ma è difficile da accettare". L'altro mal di pancia che resta in casa azzurra è quello di Pepe Reina. Oggi il suo manager Quillon è stato a colloquio con i dirigenti azzurri e al termine ha confidato che "Pepe resta al Napoli fino alla scadenza del suo contratto". Nel colloquio il Napoli ha spiegato che non intende prolungare fino al 2019, come richiesto dall'entourage del portiere, il contratto di Reina che scade a giugno 2018 e non intende lasciarlo partire gratis quest'estate.