Cagliari: addio al S.Elia, festa di big

Cagliari: addio al S.Elia, festa di big

Ultimo match prima dell'abbandono del vecchio impianto

Solutions Manager
  • Ultimo match prima dell'abbandono del vecchio impianto
  • (ANSA) - CAGLIARI, 1 GIU - Addio Sant'Elia. Con tutti quelli che in quel campo hanno sudato, gioito e pianto. Un eroe dello scudetto che ha inaugurato lo stadio contro la Massese nel 1970, Tomasini, giocatori del Cagliari della prima promozione nel nuovo impianto, nel 1979: Bellini, Canestrari, Casagrande, Piras, Quagliozzi. E poi l'ex tecnico del Leicester Ranieri: per lui ovazione e tutti in piedi per omaggiare le sue imprese in Sardegna e in Inghilterra. Tanti uomini della scalata dalla C alla A: Coppola, Festa, Bernardini, Pulga, Paolino, Cappioli. E poi i ragazzi della Uefa come Lulù Oliveira. E tanti altri protagonisti: da Suazo a Nainggolan (uno dei più applauditi) passando per Acquafresca, Jeda e Matri, i gioielli del Cagliari che sconfisse in casa la Juventus. E ancora: Muzzi, Conti, Cossu, Lopez. Capitan Dessena, Sau e l'attuale tecnico Rastelli, schierato come punta nella squadra con ex e ospiti-avversari come Pellissier, Locatelli.